venerdì 2 maggio 2008

Un incubo diventato realtà



Berlusconi è un uomo che non mi piace. Non mi piacciono molte delle sue ideologie, lo considero un bugiardo viscerale e un uomo spietato sotto molti punti di vista.
Il 14 Aprile, purtroppo si è avverato il mio incubo più ricorrente: ha vinto con una netta maggioranza.
Diciamoci la verità: paradossalmente forse non c'è di meglio. Il perché credo sia semplice: la sinistra ha fatto pasticci, ha avuto troppi ed inutili buonismi (specialmodo con gli immigrati), con ciò che ne ha comportato per la nazione. La gente giustamente si è tremendamente scocciata e in preda all'ormai "panico" si sono rivolti a coloro dicono di voler controllare con maggior severità l'immigrazione: Silvio, Umberto- Calderoli e compagnia bella. Di botto, dal lontano 2001 e via discorrendo fino al 2006, gli antiberlusconiani sono scomparsi dalla scena, a favore di fanatici sostenitori del cavaliere. I risultasi saltano all'istante sott'occhio: al lavoro si viene sprezzatamente definiti "comunisti di merda", d'un tratto si assiste a conversazioni in cui si incolpa solo ed unicamente la sinistra per le gravi difficoltà dell'italia, e, incredibile ma vero, operai che inneggiano alla vittoria attendendo con gioiosa speranza la normativa che prevede la detassazione degli straordinari, affinché essi possano partecipare a questo tour de force di ore e ore di lavoro, per guadagnare qualche eurino in più. Sembra quasi che non si rendano conto che lavorare 7 giorni su 7, sia una sconfitta clamorosa. Disperati da un salario che per chi ha un mutuo, non può far altro che accettare il "compromesso" più soldi - solo lavoro. Si da ancora la colpa del caro vita all'euro di Prodi, il sindacato che dovrebbe essere al servizio del lavoratore, non esiste quasi più: fa mediazioni pro-azienda, quando ci sono contratti da stipulare, inneggiano con slogan: facciamo le conquiste senza nemmeno un'ora di sciopero (e giù d'applausi), d'altro canto è anche vero che quando si sciopera, la partecipazione degli operai è sempre minore. Incredibilmente le tute blu cominciano ad avere la mentalità dell'imprenditore, senza rendersi conto che stanno perdendo tutti i loro diritti conquistati con anni e anni di sacrifici da parte dei loro predecessori.
E così, appena si comincia a colloquiare del più e del meno con un collega, e parton "slogan" -lotta dura senza paura-, si viene subito tacciati a comunisti menefreghisti ed irriconoscenti nei confronti dell'azienda che ti ha assunto, ci si sente volgarmente aggettivati a dei fannulloni e vieni visto dall'azienda come un peso da eliminare alla prima occasione ghiotta. Sebbene pensassi che tali episodi accadessero solamente nel mio piccolo, mi sono dovuto ricredere quando in tv ho visto la conferenza stampa di Montezemolo, che con grande enfasi ha manifestato il suo dissenso verso i sindacati che non rappresentano più i lavoratori perché essi "insegnano" ai suoi iscritti che l'imprenditore è il nemico dei dipendenti, e non manca di lanciare una frecciata alla sinistra radicale che è stata lasciata fuori dal parlamento.
Purtroppo temo abbia ragione: inconcepibilmente, l'operaio si preoccupa di quanti milioni di euro guadagna il suo padrone, vuoi perché ha una fottuta paura di perdere il proprio posto di lavoro, vuoi perché gli è grato perché gli da uno stipendio (come se venisse retribuito così, a titolo di beneficenza), fattostà che oramai nessuno si schiera per salvaguardare i propri ed oramai esigui diritti.
D'altronde alla tv mi tocca sentire delle vere e proprie panzane: la lega che rappresenta la classe operaia, il berlusca che rialzerà l'italia levando il bollo (250 euro all'anno???), togliendo via l'ICI sulle prime case (anche le prime villone?) e detassando gli straordinari!!! Ah, che genialità!!! Per aumentare gli stipendi, bisogna lavorare di più!!! Nessuno ci sarebbe arrivato.
Ora, per i benpensanti che affermano: "bisogna lavorare di più", li invito a farsi assumere come operaio turnista e lavorare 40 ore settimanali e prendere 1200euro di paga mensile. Perché il problema è tutto lì: a parole siamo tutti bravi a lavorare e a vivere con un migliaio di euro al mese, ma quando si tratta di passare al lato pratico, chissà perché tutti spariscono...
Il lavoro a turni è una dura fatica sotto il profilo psico-fisico, perché appunto trattasi di turni: quindi si lavora a tutte le ore e ciò è molto estenuante. E si badi bene, affermare che è estenuante non vuol dire che arrivi a casa e bofonchi qualche sbuffo, bensì ti porti una stanchezza molto accentuata per TUTTO il resto della giornata, che ti fa stare male e che ti rende molto difficoltosa la giornata. E si badi bene che con il tempo non ci si abitua affatto ad affrontare i turni, anzi ci si mette sempre più tempo a recuperare le ore perse di sonno.
Ora sfido i cari elettori del berlusconi ad alzarsi per 6 volte consecutive alle ore 5 del mattino per timbrare il cartellino entro le 6, poi mi dicano come si sentono il Sabato pomeriggio e la Domenica, successivamente con Lunedì, si parte con 4 belle nottate (se fino a sabato ci si svegliava alle 5, con l'inizio della nuova settimana si va a dormire alle 06.30 del mattino). Vorrei che tal signori provassero a farlo per almeno 8 anni come ho fatto io. Poi vediamo se codesti esseri proporrebbero la detassazione degli straordinari e se avessero la forza di andare a lavorare oltre le 40 ore settimanali. Ricordiamoci sempre (nel mio caso almeno) che la paga mensile si aggira attorno ai 1200 euro. I diritti vanno sempre più estinguendosi, con la conseguenza che i padroni si fanno pian piano sempre più arroganti, ben consapevoli d'aver sempre più il coltello dalla parte del manico. E vorrei puntualizzare che non è affatto vero che più tieni per i coglioni (scusate l'eufemismo) un dipendente, più produci. Anzi, è vero il contrario, il perché credo sia abbastanza ovvio e semplice: oramai diventa una sorta di ripicca: ove si comincia a lavorare facendo il minimo indispensabile, senza alcun "entusiasmo" e ciò comporta ad un calo produttivo e qualitativo di non poco conto. C'è anche un'altra faccia della medaglia che fino ad ora non ho sottolineato: cioè la triste realtà che i miei colleghi hanno votato berlusconi, attendendo con impazienza questa manna dal cielo, cioè questa benedetta detassazione degli straordinari. Gente prevalentemente attaccata al soldo e/o disperata, che pur di avere un paio di carte in più da 20E, sono disposti a vivere nel proprio posto di lavoro, senza minimamente tenere in conto la salute dell'organismo. E anche grazie a queste persone, che si fa credere alla società che lavorare a 40 ore settimanali siano poche. Magari gli stessi si lamentano con i sindacati che i stessi non li rappresentano? E come fanno i sindacati a rappresentare un branco di persone che difende il loro padrone e che se ne frega di solidarizzare con i propri colleghi di lavoro?
Ora i sindacati si "svegliano" e già parlano di cominciare a fare scioperi contro il caro vita. Ebbene, come intenderanno affrontare l'estenuante lotta? Facendo incrociare le braccia agli operai un paio d'ore ogni mese? Certamente sì, la cosa certa però è che non si risolverà niente e lo stipendio diminuirà sensibilmente.
Se questi sono gli amici....

12 commenti:

Hugo Kolion ha detto...

Ciao Silvano

Leggere il tuo post mi ha reso triste, anche perché in sostanza sintetizza la desolazione corrente. Adesso dobbiamo però anche chiederci il perché di questa situazione, magari facendo un paragone con qualche altro paese che sta meglio del nostro.

L'ho scritto di recente in "La casta dei ciarlatani": abbiamo delle statistiche che ci rivelano - oltre a ciò che hai già menzionato tu - il maltrattamento di animali domestici, milioni di donne regolarmente picchiate e perseguitate, abusi sessuali a scapito di minori, sotto casa e per il globo, abbiamo poi una latente omofobia italica sempre presente in ogni dove, udiamo costantemente il grido "attenti allo straniero" e infine abbiamo un paese sfigurato, un vero assalto al paesaggio italiano. Ho ovviamente tralasciato altri particolari, ma in sostanza il messaggio è chiaro:

DEFICIT CULTURALE.

E la politica, Silvano, solo un effetto di questa causa, ovvero del mal costume vigente.

Ed è sempre questo mal costume che vuole lo sfruttamento di ogni cosa ed essere. Migliorare SOLO la politica quindi non altro significa che ottenere (magari) alla fine un seme di maggior qualità, mentre però il terreno - se trascurato - rimane asfalto. In altre parole, il successo degli altri deriva dal fatto che hanno capito meglio di noi che è proprio l'opposto che va fatto: bonificare PRIMA il terreno per ottenere POI un miglior raccolto e non viceversa.

PARLIAMO DI BUON SENSO.

La prova?

L'italiano dopo aver sperimentato chiesa, monarchia, fascismo, comunismo e democrazia è rimasto quello di sempre. Le varie forme di governo o politica, ideologie diverse tra loro, mai nulla hanno veramente potuto.

Segue che siamo noi a dover cambiare, solo noi. Il resto poi verrà da se.

Ti consiglio la lettura di questo breve ma significativo pezzo:

Aleksandr Solzhenitsyn: un mondo in frantumi - il declino del coraggio

http://new-italy.net/the-dark-side/aleksandr-solzhenitsyn-mondo-in-frantumi-il-declino-del-coraggio/

Ciao
Hugo

MrHernan ha detto...

Ma sbaglio o TIZIO sta cercando di insabbiare la situazione aprendo un'altra discussione?

greta ha detto...

ciao a tutti. vi riporto un commento che oserei definire esemplare e che proviene dal blog di grillo!!!

<<<<< Ciao Beppe io sono disoccupato a 35 anni, invece di scrivere a Tremonti per
aiutare a nascondere a noi comuni mortali te e tutta la casta di
allegri miliardari, perchè non spingi per rendere pubbliche le
dichiarazioni dei redditi e anzi metti i codicicilli htlm in senso
contrario?

MA VAFFANCULO VA, A ME NON M'HAI MAI FREGATO.
Cavallero Luca >>>>>

mi piace il tuo blog lo metterò tra i preferiti. posso fare una critica - apprezzamento prendendo la tua e mail?

greta

FESSONZIOBABBEICO ha detto...

RICORDATEVI CHE SILVANO è TIZIO ANONIMO.UNO SFIGATO MONDIALE CHE HA PASSATO ANNI IN GUERRE IN CHAT CONTRO TUTTI QUELLI CHE LO GIUDICAVANO IDIOTA(CIOE TUTTO IL MONDO NATURALMENTE).CHI VUOLE INTENDERE INTENDA

MrHernan ha detto...

Riassiumiamo pure qua:

Silvano Z. di Monfalcone non è altro che TIZIO ANONIMO, il coglione di WinMx

Ha negato di essere lui, però è stato scoperto per tanti particolari:

1. Il suo collaboratore è Slyp, che è risaputo essere anche lo scudiero di TIZIO ANONIMO su WinMx.

2. Le foto che ha messo sul suo profilo in questo blog, sono le foto di TIZIO ANONIMO (confermato da molte persone di WinMx)

3. Ora quelle foto sono sparite misteriosamente

3. Sul blog dell'armonia, che è il blog di TIZIO ANONIMO parla delle persone con cui litiga usando lo stesso stile del caso di Iolanda Baccelliere.

4. Sul blog dell'armonia ha anche aperto una discussione riguardo Beppe Grillo, che segue lo stile di questo sito, e che ha ben pensato di cancellare recentemente.

5. Sul blog dell'armonia il collaboratore di TIZIO ANONIMO è casualmente Slyp.

Nient'altro?

FANTOCCIAZIO SFOTTUTONIMO ha detto...

AUHAUHAUHUAHUHAH CHE IGNOBILE CONIGLIAZZO CHE è TIZIO.

MrHernan ha detto...

Non dimenticate che Silvano Z. e TIZIO ANONIMO sono la stessa persona

Anonimo ha detto...

Caro Silvano,non sono molto d'accordo con te su quello che scrivi tranne quando dici che non c'e' niente di meglio,oggi come oggi,di Silvio al governo.Come mia abitudine aspetto sempre i risultati per potermi esprimere,indipendentemente dalle mie posizioni politiche. Ringraziando Iddio posso vantarmi di avere una testa ancora in grado di ragionare.Volevo comunque farti i complimenti per il lavoro che svolgi nel tuo blog, e spero che tu possa continuare a farlo,aldila' di quei 4 idioti che ti insultano.Anche se non sono dalla tua parte "ideologica politica",(posso dire cosi'?),credo
pero' che si possa e si debba avere un dialogo sereno e pacato con la controparte, riportando(finalmente)un po' di civilta'ed educazione nel modo di esprimere le proprie opinioni. Saluti Maury Udine

KAOS ha detto...

VIRTUALBAULY DI UDINE FIGLIO DI SRCOFA SPERO QUELLA BESTIA DI TUA MADRE MUOIA MENTRE FRA I GARGARISMI COL LISTERIN AL RETROGUSTO DI SPERMA BARILE DI VOMITO

greta ha detto...

ai 4 bloggers giustamente chiamati "idioti" da Maury:

non avete altro da fare che intasare i blog altrui?

per silvano:

ma che fine hai fatto? non ti vedo più nemmeno in msn :(
spero tu stia bene... un bacio

alla prossima.

greta

Silvano Z. ha detto...

Ciao Maury,
a prescindere dalle nostra posizioni politiche, mi auguro vivamente che la situazione in italia (in particolar modo per i lavoratori dipendenti) migliori sensibilmente.
Ora il blog è un pò fermo perchè non ho l'ispirazione poetica, merito anche della bella stagione che, diciamo così: mi distrae quanto basta per non mandare avanti la baracca :)
E non ti preoccupare per questi 4 marmocchi che insultano, un giorno si stuferanno (o no?).

Cara Greta,
purtroppo come ti dissi ho molti impegni da sbrigare, inoltre non ti nascondo che appena ho un pò di tempo libero, corro al mare a farmi una bella tintarella.
Cmq sto benissimo, un bacio a te :)

Anonimo ha detto...

MBASHUUHSDADAUUAHHASHDUAUHD SFIZIO CHE PRENDE LA TINTARELLA IN SPIAGGIA...SE NOTATE LA FOTO E´ PIU BIANCO DI UN CADAVERE